Iter procedurale per gli affiamenti al personale interno o esterno all'amministrazione per prestazioni d'opera relativamente alla progettazione e realizzazione delle attività progettuali finanziate ai sensi dell'art. 31 comma 6 del D.L. 22 marzo 2021, n. 41 e del D.M. 2 marzo 2021, n. 48 (PIANO SCUOLA ESTATE 2021). In questa sede saranno elencate le fasi relativamente alle procedure normate dal novellato art. 7 comma 6 del d.lgs. n. 165/2001. 

1°FASE
Preliminarmente il dirigente scolastico dovrà verificare all’interno della propria istituzione scolastica la presenza di personale docente idoneo a ricoprire l’incarico effettuando una reale ed attenta ricognizione delle professionalità esistenti, personale il cui reclutamento potrà avvenire ad esempio attraverso un AVVISO INTERNO da pubblicare all’ALBO ON LINE, nel quale esplicitare: l’oggetto della prestazione, la durata dell’incarico, il luogo dell’incarico e le modalità di espletamento del medesimo, il corrispettivo della prestazione (lordo dipendente), le eventuali cause di incompatibilità e conflitto d’interesse, le modalità di controllo e verifica della qualità della prestazione erogata, l’obbligo di allegare il proprio curriculum vitae in formato europeo da cui evincere gli specifici requisiti professionali e culturali richiesti per l’erogazione della prestazione. Successivamente, previa graduatoria interna, individuati gli esperti, provvedere all’affidamento dell’incarico aggiuntivo attraverso una lettera d’incarico.

2° FASE
Nell’impossibilità di disporre di personale interno perché non disponibile o non rispondente ai requisiti richiesti (rimane pur sempre un principio di idoneità all’assolvimento dell’incarico), il dirigente scolastico dovrà ricorrere, ai sensi dell’art.35 del CCNL 29 novembre 2007, all’istituto delle collaborazioni plurime. Predisporrà un AVVISO PUBBLICO da pubblicare all’ALBO ON LINE dell’istituzione scolastica e, una volta individuato l’esperto, previa autorizzazione del dirigente scolastico della scuola di provenienza,redigerà apposita lettera di incarico. La disciplina fiscale e previdenziale è la medesima dei compensi erogati ai docenti interni dell’istituzione scolastica che effettuano prestazioni aggiuntive oltre l’orario obbligatorio di servizio.

3° FASE
Nell’ipotesi non vadano a buon fine le prime due fasi il dirigente scolastico, ai sensi dell’art.7, comma 6 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n.165, stipulerà contratti di lavoro autonomo con esperti di particolare e comprovata specializzazione anche universitaria, predisponendo e pubblicando, sempre all’ALBO ON LINE dell’istituzione scolastica, un AVVISO PUBBLICO destinato con priorità a dipendenti di altre amministrazioni e poi a soggetti privati esterni alla Pubblica Amministrazione. Stipulerà successivamente un contratto di prestazione d’opera ex art. 2222 c.c. accertandosi preventivamente che coesistano tutte le seguenti condizioni:

  1. l’oggetto della prestazione corrisponda alle competenze attribuite dall’ordinamento all’amministrazione conferente, ad obiettivi e progetti specifici e determinati e risulti coerente con le esigenze di funzionalità dell’amministrazione conferente;

  2. l’amministrazione abbia preliminarmente accertato l’impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse umane disponibili al suo interno;

  3. la prestazione sia di natura temporanea e altamente qualificata;

  4. si sia preventivamente determinato durata, luogo, oggetto e compenso della collaborazione.